Suggerimenti

La cantina ideale, come deve essere

La definizione “cantina” è particolarmente usata per definire una azienda vinicola, oppure un consorzio vinicolo con una cantina sociale.

Per cantina si intende un luogo interrato o parzialmente nel sottosuolo, adibito alla conservazione del vino, formaggio o derrate alimentari che necessitano un luogo fresco.
La cantina personale è quel luogo dove va tenuto il vino destinato al proprio consumo o l’eventuale collezione.

Regole

Tuttavia una cantina domestica deve in tutti i casi rispettare alcune regole importanti.

La scelta del locale è fondamentale, dovrà essere situato, preferibilmente nel sottosuolo, affinché la sua temperatura sia costantemente fresca e non subisca importanti variazioni esterne.
L’esposizione migliore è quella a nord, nord-est, permettendo anche nei periodi più caldi una temperatura fresca.

Il locale riservato al vino non deve contenere altro all’infuori del vino.
Per garantirne la giusta conservazione, la temperatura è fondamentale.
Essa dovrebbe sempre mantenersi fra 8°-15°, garantendo una conservazione duratura.

Un fattore da non sottovalutare è l’umidità, la quale dovrebbe essere intorno al 70%, maggiore, sarebbe dannosa favorendo la diffusione di muffe.
Invece una carenza di umidità, causerebbe la dessicazione dei tappi, facilitando la penetrazione dell’aria provocando l’ossidazione del vino.
Per evitare problemi d’umidità i muri più adatti sono quelli fatti di mattoni rossi, mentre il soffitto di cemento, basso e piatto, purché situati nel sottosuolo.

Una buona cantina deve avere una ventilazione naturale con aperture per l’aereazione, altrimenti ricorrere a condizionatori d’aria, impedendo anche qui la diffusione di muffe.

L’illuminazione deve essere sufficiente, non troppo intensa, non usare luci al neon o posizionare finestre che lasciano passare la luce diurna, in tutti e due i casi il vino subirà modificazioni rendendolo torbido e portandolo ad un invecchiamento precoce e anomalo.

Per la giusta conservazione, le bottiglie andrebbero tenute orizzontalmente, così facendo il vino mantiene il tappo sempre umido ed elastico.
Negli scaffali è bene collocare le bottiglie di bianchi e rosati in basso dove è più fresco essendo vicino al pavimento, mentre i rossi più in alto dove sarà più temperato.

Un consiglio utile

Acquistare vino in base ai propri gusti e non farsi condizionare da mode strane o da strane occasioni tanto per avere la cantina piena.
Una cantina non deve essere per forza grande né tanto meno piena, ciò che conta che sia idonea alla conservazione del vino per un’ottima qualità.

GALATEO A TAVOLA regole di come si mangia
CONSIGLI utili per un invito a pranzo/cena

Privacy policiy, termini di utilizzo, disclaimer affiliati